Fortissimi legami di sangue per Clive Owen

Di , scritto il 27 Gennaio 2014

Blood-Ties-Clive-OwenEsordio di regia in lingua inglese per Guillaume Canet che, forse anche per sentirsi un po’ più tranquillo e padrone del materiale narrato, sceglie di girare il remake di un film francese in cui aveva recitato qualche tempo fa, ovvero Les liens du sang, che era basato su un romanzo di Bruno e Michel Papet.

Il remake si intitola Blood Ties e la sceneggiatura è stata scritta da James Gray, eccovi uno stralcio di trama:

Nella New York di metà Anni Settanta Chris, sulla soglia dei suoi cinquant’anni, esce di prigione dopo aver scontato una pena collegata a un omicidio nel mondo delle gang.
Suo fratello, Frank, è un poliziotto in gamba con un grande avvenire e sceglie di aiutare Chris: lo ospita a casa, gli trova un lavoro, lo mette nuovamente in contatto con l’ex moglie e i figli.

Ma l’istinto criminale di Chris non tarda a rifarsi vivo e ben presto l’uomo tornerà alla sua solita vita di rapine e violenza, portando il fratello all’esasperazione.
Frank deciderà di non voler mai più avere nulla a che fare con Chris, ma forse è già troppo tardi…

Quel che più impressiona, guardando il trailer e le info di Blood Ties (in uscita VOD dal 21 di marzo), non è tanto la scelta di due attori così potentemente in ruolo come Clive Owen (Chris) e Billy Crudup (Frank): siamo abituati che, in pellicole come questa, si punti tutto sul confronto fra due professionisti in gamba e concentrati.

Quel che sorprende è il cast di contorno, che rischia quasi di offuscare le prove dei due per quanto riguarda bravura e intensità: James Caan, Matthias Schoenaerts, Mila Kunis, Zoe Saldana e Marion Cotillard brillano in ogni minuto a disposizione. Guardare il trailer per credere…



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2018, P.IVA 01264890052
SoloCine.it – Guida e suggerimenti su cosa vedere al cinema supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009