The Master potrebbe far arrabbiare Scientology

Di , scritto il 23 Maggio 2012

Paul_Thomas_Anderson_The_Master_Phoenix_Seymour_HoffmanPaul Thomas Anderson è un regista e sceneggiatore di enormi capacità e talento e qui a solocine siamo letteralmente innamorati di molte sue opere, Magnolia e Boogie Nights in particolare, ovvio quindi che, complice il fatto che Anderson non è certo molto prolifico, attendiamo ogni sua nuova proposta con tantissima curiosità.

E questo The Master promette benissimo visto che allinea due attori tanto bravi quanto accorti nella scelta dei ruoli da accettare e una storia interessante sia in sé sia per gli evidenti richiami a una tematica scottante quale certe pratiche di Scientology.

The Master è la storia di un reduce della Seconda Guerra Mondiale particolarmente carismatico, interpretato da Philip Seymour Hoffman, che durante un viaggio in barca elabora il nucleo di una “filosofia” basata sulla fede, chiamata The Cause.
Incontrerà quindi un uomo allo sbando, uscito di galera (Joaquin Phoenix), che diventerà presto il suo braccio destro. The Cause in pochi decenni accumulerà un enorme potere evolvendosi in un impero economico molto influente, ma il personaggio interpretato da Phoenix avrà sempre più dubbi su alcuni dei metodi usati dall’organizzazione…

A completare il cast troviamo Amy Adams, Laura Dern, Jesse Plemons e David Warshovsky mentre la colonna sonora sarà curata dal chitarrista dei Radiohead, Jonny Greenwood.

I parallelismi con Scientology sono molti ed evidenti e forse anche per questo Anderson ha avuto parecchi problemi nel trovare i fondi necessari alla produzione, circa una cinquantina di milioni di dollari: persino la Universal non se l’è sentita di produrre un film su un tema di questo tipo in quanto Scientology è da sempre parecchio aggressiva nei confronti di ogni tipo di indagine o di critica.

Alla fine è arrivata la figlia del milionario Larry Ellison che ha finanziato il tutto e ora i distributori, i fratelli Weinstein, hanno cominciato a far girare un trailer giunto anche a Cannes.

Rimangono però molte ombre e proprio Anderson, che è rimasto amico di Tom Cruise dai tempi di Magnolia, ha voluto far vedere in privato il film all’attore, noto esponente di Scientology. Alla fine della proiezione Cruise non è sembrato soddisfatto e ha avuto da ridire su alcuni punti.
Ora ci saranno ulteriori proiezioni di questo tipo (a una dovrebbe assistere un altro noto affiliato, John Travolta) per capire meglio come muoversi in vista della distribuzione statunitense, prevista per ottobre.

Vi lasciamo con il trailer che a nostro modo di vedere ha più di un momento “alla Malick” e che presenta un Joaquin Phoenix davvero intenso e superlativo.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloCine.it – Guida e suggerimenti su cosa vedere al cinema supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009