Poesia senza fine: l’opera autobiografica di Alejandro Jodorowsky

Di , scritto il 16 Gennaio 2018

Alejandro Jodorowsky Prullansky (classe 1929) è uno scrittore, fumettista, saggista, drammaturgo, regista teatrale, cineasta, compositore e poeta cileno naturalizzato francese. Con Poesia senza fine ci regala un film meraviglioso pieno di vita ed emozioni. Si tratta del secondo capitolo autobiografico dell’artista e comincia dove si interrompe La danza della realtà, cronaca dell’infanzia cilena dell’autore.

Trama della pellicola:
Santiago del Cile, al debutto degli anni Cinquanta. Alejandro Jodorowsky ha vent’anni e il desiderio di diventare poeta contro il parere del padre che lo sogna medico, ricco e borghese. Intrappolato nell’ennesima riunione di famiglia, recide (letteralmente) l’albero genealogico e ripara in una comune di artisti avanguardisti per coltivare finalmente il desiderio ardente. Ispirato dai più grandi maestri della moderna letteratura Latino Americana (Enrique Lihn, Stella Díaz, Nicanor Parra) e immerso nella sperimentazione poetica, Alejandro farà la sua rivoluzione culturale.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2018, P.IVA 01264890052
SoloCine.it – Guida e suggerimenti su cosa vedere al cinema supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009