E’ arrivata mia figlia: un film sul Brasile che sta cambiando

Di , scritto il 08 Giugno 2015

E arrivata mia figliaÈ arrivata mia figlia è una pellicola molto attuale e interessante, che narra con leggerezza e simpatia il conflitto sociale in una nazione come il Brasile che sta mutando rapidamente. Lo fa con la contrapposizione di due figure materne: da una parte Val (interpretata da una bravissima Regina Casé), donna che che proviene dal povero Nord-Est del paese, che da tempo non vede più la figlia Jessica poiché, per mantenerla, è entrata a lavorare come cameriera presso una facoltosa famiglia di San Paolo. Dall’altra parte la sua datrice di lavoro, Barbara che, troppo piena di impegni per badare al figlio, lo ha affidato alle materne cure della fidata domestica.

Val, apparentemente viene trattata come una di famiglia, prova gratitudine, ma le barriere di classe che dividono il suo mondo da quello dei “padroni” vengono prepotentemente fuori quando la grintosa figlia Jessica, arrivata nella metropoli per sostenere un esame di ammissione alla facoltà universitaria, le demolisce con il suo spontaneo atteggiamento di sfida e ribellione. Il finale è consolatorio, forse non all’altezza del resto della commedia di Anna Muylaert, tutta basata su sequenze di scene quotidiane in agrodolce e molto piene di umanità.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2020, P.IVA 01264890052
SoloCine.it – Guida e suggerimenti su cosa vedere al cinema supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009