Home » Federica Sciarelli in forte ansia per il figlio: “Lo devo vedere rientrare a casa”

Federica Sciarelli in forte ansia per il figlio: “Lo devo vedere rientrare a casa”

Federica Sciarelli, impeccabile conduttrice di Chi L’Ha Visto? parla  a ruota libera  della sua ansia per i suoi figli e/o per i suoi cari. La conduzione del programma, a causa dei suoi contenuti proposti,  ha un po’ minato la sua sicurezza e la sua sensibilità, decisamente acuta,  di madre aumentando coì in men che non si dica la sua già ragguardevole apprensione.

La splendida conduttrice di Chi L’Ha Visto? Federica Sciarelli ha parlato con il  cuore aperto della sua apprensione verso il figlio, che è la luce dei suoi occhi, che è  nata dalla sua  assai longeva conduzione del programma e in seguito all’ascolto di alcune  brutte storie raccontate in trasmissione. Le sue parole…

federica-sciarelli-figlio-solocine.it
Federica Sciarelli-Solocine.it

“Anche se mio figlio ha 21 anni, non sto tranquilla finché non lo vedo rientrare a casa o almeno sento i suoi rumori. Infatti lui mi dice ‘Mamma, questo programma mi fa venire l’ansia. Ha ragione, lo so che le mie reazioni possono sembrare eccessive, ma quanti genitori ospito in trasmissione che aspettano, invano, che i propri figli rientrino a casa? Certo, le storie che raccontiamo sono eccezioni e non la regola, perciò è chiaro che a furia di dare notizie del genere non è che posso proprio avere dei sonni tranquilli”, sono queste le dichiarazioni rilasciate al magazine femminile Intimità della nota e amatissima conduttrice che da anni si occupa di persona che giungono in trasmissione alla ricerca di familiari e /o parenti scomparsi e le storie sono letteralmente una più brutta dell’altra.

Ciò ha -inevitabilmente-  in qualche modo minato anche la serenità della sua vita privata, dato che, essendo perennemente in contatto con quelle storie non fa che crescere, seppure spesso in maniera celata e pure assai velata, la sua apprensione nei confronti del mondo che la circonda.

E’ apprensiva al massimo con il figlio e l’ancora di salvezza è sua sorella Marina

La giornalista ha un figlio di 21 anni di  Giovanni Maria, e  nel corso della sua già poco fa menzionata intervista ha rivelato di essere una mamma molto apprensiva. Un racconto decisamente  inedito per lei  che non ama solitamente parlare delle sue questioni personali e del suo privato che come tale- a suo avviso- dovrebbe rimanere!

“Per le piccole cose, il primo a essere interpellato è sempre mio figlio, però è mia sorella la mia vera ancora di salvezza, le sono molto legata. Marina mi risolve veramente tutti i problemi, anche sulle tasse mi dà una grande mano, è un’altra donna formidabile”, ha svelato Federica.

Era abituata a stare nella fossa dei leoni

La Sciarelli ha anche rivelato di come  Chi l’ha visto? l’abbia portata ad essere una madre un ansiosa e una donna che- come si suol dire-  “assorbe il dolore che racconta come una spugna”. Ma che cosa ha raccontato nel dettaglio della sua professione la bella e brava conduttrice? Queste le sue parole a riguardo: “Arrivando dal TG3, da Curzi, dalla politica, con un caporedattore come Corradino Mineo, ero avvezza alle esperienze forti. E anche da ragazzina il mio pane erano le lotte, le manifestazioni, i collettivi. Non trascorrevo il pomeriggio a bere il tè con le amiche…”. E per rendere meglio l’idea ha anche ben presto aggiunto: ” Ero abituata a stare nella fossa dei leoni, però quando ho cominciato Chi l’ha visto? è stato un terremoto, ho scoperto un mondo sotterraneo allucinante e che allora non veniva raccontato a livello nazionale, solo noi lo raccontavamo”.

Non sono mancati poi problemi e veri propri grattacapi quando con le sue inchieste, sempre molto accattivanti e approfondite. E pensate che  si è beccata pure qualche querela!

“Per Elisa Claps mi sono beccata querele anche dal capo della Mobile di Potenza, però insistevo. E insisto ancora. Non ho paura. Divento la lancia di chiunque si rivolga a me, a noi, ma assorbo anche il dolore che racconto come una spugna. Per questo ogni tanto dico che vorrei cambiare programma. Dopo tanti anni è duro continuare a misurarsi con la sofferenza…”.