Home » Francesca Neri e la terribile malattia: le cause sono ancora sconosciute | Cos’ha e come sta

Francesca Neri e la terribile malattia: le cause sono ancora sconosciute | Cos’ha e come sta

Francesca Neri si racconta. Parla della sofferenza vissuta a causa della malattia che l’ha colpita. Ha cambiato vita e messo a dura prova il matrimonio con suo marito Claudio Amendola. Il lockdown per lei è durato 3 anni, ha pensato al suicidio.

Francesca Neri, attrice, produttrice cinematografica italiana e moglie dell’attore Claudio Amendola, ha raccontato in un’intervista le difficoltà della sua malattia che ormai l’affligge da troppo tempo. L’attrice soffre infatti da anni di cistite interstiziale, una patologia che le ha cambiato la vita in ogni ambito: dal professionale al personale, costringendola ad avere anche nella sua vita privata un brutto rapporto con il figlio  e il marito Claudio. La stessa malattia l’ha costretta a vivere dentro una stanza per più della durata del lockdown iniziato a marzo 2020: come racconta anche lei nel suo libro Come carne vivaha passato 3 anni della sua vita dentro la stanza di casa sua senza poter uscire.

Francesca Neri- malattia-solocine.it
Francesca Neri- solocine.it

Con un periodo terribile come il suo, Francesca Neri confessa di aver accarezzato l’idea del suicidio a causa del fatto che ormai i rapporti in famiglia si erano allentati, il figlio non le parlava più per proteggersi e anche il marito, Claudio Amendola, si era allontanato.

La malattia di Francesca Neri:” Mio figlio non c’è stato ma è giusto così”

Mentre ripercorre i momenti più difficili che ha passato durante la malattia, Francesca Neri parla del suo rapporto con suo figlio Rocco:” Mio figlio non c’è stato ma è giusto così perché lo ha fatto per proteggersi. Neanche io ci sono stata”. Fondamentale invece è stata la vicinanza di Claudio Amendola, parlando del marito infatti dice: “Lui dice di averlo fatto per dovere ma non era un dovere, si è trattato di emozioni“.

L’attrice ha sofferto di cistite interstiziale, una sindrome  del dolore vescicale caratterizzata dalla distruzione progressiva dello strato più superficiale della vescica, rendendola sempre più sensibile ad ogni stimolo doloroso. Spesso queste sindromi vengono associate in quanto presentano la stessa causa scatenante o almeno una sintomatologia simile e un simile trattamento: elevata frequenza minzionale, urgenza, dolore sovrapubico, capacità vescicale limitata e nicturia. Una malattia invalidante quindi che può portare anche a numerosi mal di testa come cefalee, eritemi e ciclo mestruale dolorosissimo e diminuisce quindi la qualità di vita di chi ne è affetto. In molti pazienti, affetti dalla patologia si è registrato infatti una graduale diminuzione delle energie fisiche, il numero delle attività quotidiane effettuate e un isolamento sociale autoindotto.

Francesca Neri ha accarezzato l’idea del suicidio. Claudio Amendola: “Ha combattuto con sé stessa”

Dalle parole rilasciate dall’attrice e produttrice cinematografica, la malattia era così invalidante da non riuscire più a mantenere il suo stile di vita:” Ho accarezzato l’idea del suicidio. Ho passato mesi a giocare a burraco online di notte. Il mio lockdown è durato tre anni e quando è arrivato per tutti, con la pandemia, sono stata meglio eprché condividevo la situazione degli altri.”.

Suo marito Claudio Amendola, che tutti ci ricordiamo come un bravissimo attore e un accanito fan della Roma, qualche giorno fa, sempre durante una trasmissione televisiva, si è commosso per il coraggio della sua compagna di vita di affrontare una malattia così ostica:” Francesca fa fatica. Ha combattuto con se stessa, col suo fisico, con il suo corpo. E quando sei una persona molto intelligente riesci a trovare anche nella malattia, nello star male, un motivo per cercare della forza per poi star bene. Quando non è una malattia chiara, quando non hai una cosa che riesci a riconoscere ma hai una difficoltà nel vivere le tue giornate, una difficoltà fisica perché è un dolore fisico enormi e cerchi in qualche modo di capire come riuscire ad uscirne. Dalla malattia ai tuoi pensieri”.

Francesca Neri- malattia- solocine.it
Francesca Neri- solocine.it

La cistite interstiziale colpisce a qualsiasi età ma per 9 casi su 10, sono le donne a venirne affette soprattutto quelle tra i 20 e i 50 anni.