Home » Scoli l’acqua della pasta nel lavandino? Basta, non farlo mai più!

Scoli l’acqua della pasta nel lavandino? Basta, non farlo mai più!

Buttare via l’acqua di cottura della pasta è uno spreco che può essere evitato se la si sfrutta nei modi giusti.

Ci viene automatico scolare la pasta e buttare l’acqua di cottura nello scarico del lavello perché non pensiamo che possa avere altri utilizzi. E’ possibile infatti usare l’acqua di cottura della pasta in cucina, nel lavaggio dei piatti, per accrescere il proprio benessere e nel giardinaggio, risparmiando sulla bolletta e impiegandola a vantaggio dell’ambiente, evitando di sprecarla inutilmente.

acqua-lavello-solocine
Scolare l’acqua della pasta nel lavello – Solocine

Ora ti spiego come impiegarla nel modo corretto senza consumare altro “oro blu” per fronteggiare l’emergenza idrica mondiale.

Come usare l’acqua di cottura della pasta nel modo giusto

Per recuperare l’acqua di cottura della pasta per usarla in un secondo momento è assai semplice: basta scolare la pasta nel classico scolapasta e poggiarlo su una ciotola vuota abbastanza grande da non disperdere il liquido, per poi travasare il contenuto con un imbuto in bottiglie precedentemente pulite al fine di chiuderle ermeticamente e conservarle in frigo per 3  giorni.

Bisogna evitare di conservare però l’acqua di cottura per più di 7 giorni poiché l’amido contenuto nell’acqua andrebbe a male con il passare del tempo.
Se l’acqua è troppo densa con il passare dei giorni, si deve scartare.

L’acqua di Cottura ha molti utilizzi

Invece di scartarla può essere utilizzata per legare varie salse e sughi. L’acqua di cottura è ricca di amido, una sostanza che funge da addensante: ad esempio per una semplice pasta al pesto, si può utilizzare in aggiunta alla salsa per renderla più cremosa e decisamente più saporita, così come in zuppe, vellutate e minestre.

Si può anche riadoperare per cucinare al vapore verdura e pesce, per ammorbidire la gli impasti con base di lievito come pane, pizze, torte rustiche etc..

Vellutata- cottura- solocine.it
Vellutata- solocine.it

Può essere utilizzata anche per lavare i piatti grazie alle proprietà sgrassanti e detergenti ma solo se le stoviglie da lavare sono poco sporche: per utensili come padelle incrostate o unte, basta aggiungerla al detersivo dopo averla portata a bollore.