Camorriste: la storia di 3 donne in altrettanti episodi su Crime+Investigation

Di , scritto il 31 Maggio 2016

CamorristeE’ iniziata martedì scorso 24 maggio alle ore 22.55 la miniserie di fiction Camorriste sul canale Crime+Investigation del gruppo A+E Networks Italy, che si ritrova all’interno del pacchetto Sky TV, ma è disponibile anche su Sky On Demand. In tutto saranno tre episodi che offriranno uno punto di vista inedito sulla vita di altrettante donne che in modi diversi hanno fatto parte della camorra, non soltanto come compagne di malviventi ma rivestendo ruoli di potere all’interno della criminalità organizzata campana. C’è stata chi ha preso la risoluzione di rivoltarsi conto la cultura imperante rivelando segreti, norme e meccanismi della camorra e di conseguenza oggi deve vivere sotto copertura. C’è stata chi invece ha accettato la sua posizione senza mai pentirsi e ha scontato la sua pena in prigione. Le tre donne si chiamano Antonella Madonna, Cristina Pinto (nota come Nikita) e Anna Carrino. Hanno fatto parte rispettivamente del clan Dantese, Perrella e Bidognetti. La prima sposa il boss Natale Dantese della zona di Ercolano, al cui arresto diventa una lady camorra con ruolo di comando all’interno del clan, fino a quando non si innamora di un altro uomo e la famiglia Dantese le toglie il potere. Antonella diventa così collaboratrice di giustizia. Anche Cristina Pinto viene consacrata donna di camorra e guardia del corpo del capoclan, prendendo parte a varie sparatorie. Il processo la condanna a più di vent’anni di galera, che lei sconta regolarmente. Dopo l’uscita dal carcere si dà all’attività della pesca. Anna Carrino è la moglie di Francesco Bidognetti, uno delle figure più importanti tra i Casalesi, e quando questi viene arrestato lo sostituisce al comando. Ma quando scopre che lui non le era stato fedele decide di diventare collaboratrice di giustizia, così oggi vive sotto protezione, purtroppo lontana dai figli. La formula del film (di cui si parla sui social con l’hashtag #Camorriste) è costituita dalla voce delle donne che raccontano alle telecamere del canale 118 di Sky la loro esperienza. A questa narrazione si aggiungono delle ricostruzioni in cui recitano attori, immagini d’archivio e varie interviste a magistrati, poliziotti, carabinieri e giornalisti particolarmente informati sui singoli casi. A noi sembra un eccellente iniziativa per sottolineare l’importanza degli sforzi compiuti dallo Stato nel contrasto alla criminalità organizzata. Voi che ne dite? Guardate questo trailer e condividete la vostra opinione in merito nello spazio Commenti qui sotto.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2018, P.IVA 01264890052
SoloCine.it – Guida e suggerimenti su cosa vedere al cinema supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009