Undici film in sala venerdì 29 febbraio

Di , scritto il 28 Febbraio 2008

Il futuro non è scrittoCon un gruppo così folto di pellicole in uscita nella giornata di domani e visto lo spazio limitato di un post, non rimane molto altro da fare che un elenco con un minimo di approfondimento di trama, di modo da illustrare alcune caratteristiche dei film in arrivo, un vero e proprio paese del bengodi per qualsiasi cinefilo.

Persepolis: grande cinema d’animazione che parte da un incredibile fumetto che ho letto più volte e amato alla follia. Date una chance a questo film per capire che l’animazione non è solo Pixar e che si possono affrontare temi importanti come Iran e condizione della donna con un “semplice” cartone animato. Qui il trailer.

Rendition – Detenzione illegale: tema di grande attualità, con un cittadino egiziano residente in USA ingiustamente accusato di terrorismo e torturato. Ecco il trailer.

Il mattino ha l’oro in bocca: la vera storia di Marco Baldini, dalla sua ascesa come speaker radiofonico fino ai problemi con il gioco e all’incontro con la futura moglie e Fiorello. Qui il trailer.

[Rec]: una troupe televisiva che segue dei vigili del fuoco per un programma documentaristico rimane intrappolata con loro in un edificio in seguito a una chiamata d’emergenza. Le autorità chiudono il palazzo per timore che si scateni una epidemia della malattia scoperta all’interno e i nostri dovranno vedersela da soli con gli infetti. Tensione, orrore e un finale fra i più terrorizzanti mai visti al cinema.

Tutta la mia vita in prigione: fra il film e il documentario, la storia di un attivista politico detenuto ingiustamente dal governo americano da decenni nel braccio della morte di una prigione.

Jumper: dal regista di The Bourne Identity una storia di persone dotate del potere del teletrasporto e di come si possa reagire in modo molto diverso alla scoperta di avere tale facoltà.

Fine pena mai: l’intensa storia, tratta dall’autobiografia, dell’ascesa e caduta di Tonio Perrone, boss malavitoso della Sacra Corona Unita.

La rabbia: un giovane regista, per trovare i soldi necessari a girare il suo film, decide di rapinare una banca.

Forse Dio è malato: altra docu-fiction, liberamente tratta da un libro di Walter Veltroni,  composta da piccole e grandi storie del continente africano.

Il futuro non è scritto – Joe Strummer: documentario dell’ottimo Julian Temple su Joe Strummer, a 4 anni di distanza dalla morte del celebre musicista che con i Clash ha firmato una delle pagine più importanti della storia del rock.

Prospettive di un delitto: un attentato al presidente americano visto da diversi punti di vista. Più operazione di metacinema che altro, buon cast di attori in leggero declino.

Come vedete, c’è quasi da impazzire a scegliere solo un titolo. Io personalmente vedrò Persepolis e il film su Strummer, avendo già visto in anteprima Rec. Voi cosa andrete a vedere?

Mascherine in pronta consegna


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2020, P.IVA 01264890052
SoloCine.it – Guida e suggerimenti su cosa vedere al cinema supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009