Italiano Medio: il sorprendente film di Maccio Capatonda

Di , scritto il 26 Gennaio 2015

Italiano Medio Maccio CapatondaSarà nelle sale italiane il 29 gennaio Italiano Medio, il primo film di Maccio Capatonda, pseudonimo di Marcello Macchia, l’autore e comico che ha da tempo conquistato il Web. Una pellicola che riprende il celebre finto trailer Italiano medio, una parodia di Limitless, andato in onda nel 2012 all’interno del programma Ma anche no. Dopo la serie Mario, con protagonista un giornalista alle prese con situazioni paradossali (un sorta di mix tra giornalismo e soap opera) arriva una commedia grottesca, molto divertente e molto demenziale che racconta molto dei tempi che viviamo. Una satira feroce che con un prototipo grottesco va a colpire due opposti lati del carattere italiano, che oscilla spesso tra voglia di impegnarsi a migliorare il mondo e pigrizia mista a vizio.

Trama: Giulio Verme è un rigido ambientalista in crisi depressiva. A quasi 40 anni si ritrova a fare la ‘differenziata’ in un centro di smistamento rifiuti alla periferia di Milano. Avvilito è arrabbiato non è più capace di interagire con chicchessia, né con i colleghi, né con i vicini di casa, né con la famiglia né con la campagna. Finché non incontra Alfonzo (Herbert Ballerina), vecchio e detestato compagno di scuola che però gli propone una soluzione ai suoi mali: una pillola miracolosa che gli farà usare solo il 2% del proprio cervello anziché il 20% come avviene normalmente. E così Giulio supera la depressione: basta pensare all’ambiente, ora gli interessano solo l’ego, le donne, i vizi. Una lotta spietata si consuma nella testa e e nella vita di Giulio, che lo porterà non solo a diventare un vip e a cambiare gran parte della sua vita.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloCine.it – Guida e suggerimenti su cosa vedere al cinema supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009