Josh Brolin e le sue trasformazioni in Oldboy

Di , scritto il 24 Ottobre 2013

oldboy_poster-trailerManca ormai solo un mese all’esordio nelle sale statunitensi di Oldboy e, a parte i leciti e forti dubbi sulla tenuta della sceneggiatura, scritta da un autore che in passato non ha certo brillato, per il resto tutti i filmati visti fino a questo punto sembrano parlarci di una buona pellicola e non vedo l’ora di poter verificare queste mie impressioni.

Oldboy di Spike Lee è filmato da una sceneggiatura di Mark Protosevich basata sull’omonimo manga scritto da Garon Tsuchiya e disegnato da Nobuaki Minegishi. Cast molto particolare: Josh Brolin non è certo la scelta più ovvia per quel ruolo, Samuel L. Jackson appare over the top come solo lui sa fare (forse fin troppo) ed Elizabeth Olsen mostra sempre di più, di titolo in titolo, una bravura rara e sarà interessante studiare la prova di Sharlto Copley, per ora poco sfruttato da Hollywood.

In precedenza si è parlato di tanti altri aspetti del film (la prigione del protagonista, la bravura di Elizabeth Olsen) e, purtroppo, anche di molti aspetti extra-filmici quali i fan boy dell’originale che sono sul piede di guerra da mesi o chi odia Spike Lee per vari motivi difficili da comprendere.

Questa volta il breve filmato riportato a fine post ci permette di concentrarci su Brolin, attore che, devo ammettere, non mi ha mai stupito più di tanto ma che in questa occasione sembra dare davvero il meglio, con una prova straordinaria sia per quanto riguarda l’espressività del volto che per quel che concerne il gran lavoro fatto sul fisico.

La storia, in poche parole, riguarda un pubblicitario che viene rapito e tenuto segregato da misteriosi carcerieri per ben 20 anni: l’uomo viene quindi liberato e cercherà di scoprire l’identità di chi lo ha tenuto prigioniero, imbattendosi prima in una assistente sociale e quindi in un uomo tanto misterioso quanto elusivo, che sembra possedere la chiave in grado di far luce su ogni dubbio e domanda.

Eccovi il filmato riguardante l’impegno e la prova di Josh Brolin.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2018, P.IVA 01264890052
SoloCine.it – Guida e suggerimenti su cosa vedere al cinema supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009