Una “cena” indimenticabile per Cate Blanchett

Di , scritto il 23 Settembre 2013

Cate-Blanchett_The-Dinner_Herman-KochLa splendida, bravissima e unica Cate Blanchett, evidentemente non paga della sua presenza davanti alla macchina da presa, sta preparando il debutto alla regia con la trasposizione cinematografica di un romanzo che ha fatto scalpore e creato molte discussioni, The Dinner di Herman Koch.

La sinossi è molto interessante: due coppie, vissute sempre nell’agio borghese, al riparo da ogni reale problema della vita, si incontrano una sera in un ristorante di ottimo livello.
I quattro discutono amabilmente di lavoro e di vacanze, ma con il passare del tempo, con l’avvicendarsi delle varie portate e di ottimi vini qualcosa di oscuro si muove appena sotto il livello delle chiacchiere banali e, con l’avvicinarsi della fine della cena, affiora e trasforma l’occasione conviviale in qualcosa di ben più torbido e cattivo.

I due figli quindicenni delle coppie sono implicati in un atto criminale destinato a strappare le due famiglie dal tepore della loro vita precedente e scagliarle in un territorio sconosciuto, volano parole taglienti e mai dolce verrà servito in modo più amaro…

Materiale di gran presa che, come detto, ha creato parecchi discussioni a livello di critica e pubblico e che, con una buona sceneggiatura dietro e le giuste scelte di cast, potrebbe produrre un gran thriller psicologico.
Lo script è affidato a Oren Moverman (The Messenger) mentre la produzione sarà gestita da Cotty Chubb, che ha già finanziato la versione cinematografica olandese.

Non sappiamo ancora nulla di preciso sul cast, il tipo di situazione descritta nel romanzo potrebbe in effetti spingere Cate Blanchett a recitare oltre che filmare il tutto…



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloCine.it – Guida e suggerimenti su cosa vedere al cinema supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009