Michael Moore teme per il sequestro del suo film

Di , scritto il 21 Giugno 2007

michael-moore_3.jpgSembra destinata a continuare a lungo ancora la “guerra” personale di Michael Moore nei confronti del suo paese.L’agenzia Reuterss riporta che il regista di Fahreneith 9/11, avrebbe “salvato” in Canada una copia del suo ultimo film: Sicko, per paura che il governo di Washington gli confiscasse la parte del documentario girata a Cuba.

Se in America infatti vige il divieto, salvo approvazione dello stesso governo, di volare a Cuba, Moore ha affermato di essersi recato nell’isola (dal ’62 sotto l’embargo americano) in missione giornalistica:

Abbiamo portato a casa 15 minuti di filmato e siamo preoccupati per possibili tentativi di sequestro,
abbiamo inoltre preso misure precauzionali qualche settimana fa conservando la copia matrice del film in Canada in modo che se prenderanno i negativi avremo modo di duplicarne degli altri in Canada.

Molly Millerwise, portavoce del Dipartimento del Tesoro, non ha commentato la vicenda relativa al più discusso documentarista americano, dicendo in un’e-mail di non confermare né smentire l’esistenza di indagini in materia.


2 commenti su “Michael Moore teme per il sequestro del suo film”
  1. […] aspettavo, ottima rivelazione dal mercato indipendente statunitense, seguito a ruota da Sicko di Michael Moore mentre la medaglia di bronzo è appannaggio di Pathfinder, la nuova pellicola di Marcus […]

  2. […] Sicko è il nuovo, discusso film di Michael Moore, noi di solocine ne abbiamo parlato in precedenza QUI. […]


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2018, P.IVA 01264890052
SoloCine.it – Guida e suggerimenti su cosa vedere al cinema supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009