Due giorni, una notte – una storia sulla solidarietà tra i lavoratori

Di , scritto il 18 Novembre 2014

Due giorni una notte Marion CotillardPresentato nel maggio scorso al Festival di Cannes è finalmente anche sui nostri schermi la pellicola Due giorni, una notte diretta dai fratelli Jean-Pierre e Luc Dardenne, con protagonista la bravissima Marion Cotillard. Un film che tocca temi straordinariamente attuali come la crisi economica e la solidarietà tra i lavoratori.

Due giorni e una notte, ovvero un fine settimana sono il tempo concesso a Sandra per convincere i colleghi a rinunciare al bonus di 1000 euro promesso loro dal responsabile per farsi carico anche del lavoro di lei – che vorrebbe riprendere l’occupazione dopo un periodo di cura dalla depressione. Ma mentre si reca casa per casa, è abbastanza onesta da chiedersi che cosa farebbe lei stessa se fosse al posto loro. Oltre al tema della solidarietà, la storia racconta anche il processo di riscatto e rinascita di una donna che, nel combattere per la sua sopravvivenza professionale, ritrova se stessa e i valori più importanti della sua vita.

Il bello della pellicola è proprio questo: non propone soluzioni, ma offre parecchi punti di discussione sulle problematiche del lavoro, oltre che sulla forza dei rapporti umani e sulla capacità delle persone di collaborare per affrontare problemi comuni.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloCine.it – Guida e suggerimenti su cosa vedere al cinema supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009