The Quiet Ones: come disinnescare ogni potenziale horror

Di , scritto il 17 Gennaio 2014

The-Quiet-OnesCi sono, sempre più, alcuni titoli che sembrano veri e propri manuali di disinnesco di ogni potenziale disturbante e perturbante delle pellicole horror.
Lo abbiamo visto accadere in The Conjuring, per esempio, con i suoi salti sulla poltrona e le sue pacche rassicuranti sulla schiena, a farci capire che non stava poi accadendo granché. E lo vediamo in tantissimi titoli che ormai cercano solo lo spavento occasionale, legato ad apparizioni improvvise e suoni ad alto volume al posto di un reale lavoro di perturbazione dei sensi e delle idee.

E questo The Quiet Ones, in arrivo a fine aprile, non sembra discostarsi granché dalla media.
Abbiamo una comoda quanto generica atmosfera Anni Settanta e un gruppo di studenti che tenta il classico esperimento proibito, ovvero creare un poltergeist partendo dalla psiche disturbata di una ragazza.
L’esperimento andrà ovviamente malissimo e verrà liberata una energia oscura e maligna che segnerà il fato di tutte le persone coinvolte.

Mischiate ai già menzionati Anni Settanta un po’ di generico found-footage, inserite una giovane star in ascesa, spargete qualche apparizione improvvisa e altri elementi simili, condite il tutto con l’obbligatorio quanto risibile “tratto da una storia vera” ed ecco il vostro film horror che potrebbe tranquillamente rientrare, a fine 2014, nelle varie classifiche delle migliori pellicole di quel genere.

Produzione da parte dei tipi di Let Me In e The Woman in Black, regia di John Pogue e cast con, fra gli altri, Sam Claflin e Olivia Cooke. A voi il trailer.

Mascherine in pronta consegna


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2020, P.IVA 01264890052
SoloCine.it – Guida e suggerimenti su cosa vedere al cinema supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009