I am number four: fantascienza per ragazzi da Spielberg e Bay

Di , scritto il 14 Aprile 2010

A Hollywood sono in molti a pensare che il miglior modo per massimizzare il ricavo dei film sia quello di prendere un qualsiasi genere e farne una versione per ragazzi. Ecco quindi che questa tendenza a “ringiovanire” arriva anche alla fantascienza e I am number four (a prescindere da ogni discorso qualitativo) sarà un chiaro esempio di questa attitudine.

Prodotto dalla Dreamworks di Steven Spielberg e inizialmente scelto da Michael Bay come possibile film da dirigere, I am number four segue le disavventure di nove ragazzi e dei loro guardiani adulti, gli unici sopravvissuti da una ferocissima guerra sul loro pianeta natale, Lorien.
I ragazzi grazie a qualche tipo di non meglio determinato evento, sono nominati con dei numeri progressivi dall’uno al nove e possono essere uccisi solo nel giusto ordine.

Tre di loro sono già stati massacrati da un fantomatico e potente nemico. Il quarto, per cercare di sopravvivere, scappa con il suo guardiano e raggiunge la Terra, nascondendosi in una città dell’Ohio. Riusciranno i predatori a trovare le sue tracce e completare il terribile compito?

Al lavoro sulla sceneggiatura ci sono Al Gough e Miles Millar mentre in cabina di regia siederà D.J. Caruso.
Già scelti anche i due attori per i ruoli da protagonista: Alex Pettyfer sarà il ragazzo Numero Quattro e Shartlo Copley (District 9) vestirà i panni del suo guardiano adulto.

Le premesse per un film molto adatto al target di età prescelto ci sono tutte, visto che gli sceneggiatori hanno lavorato a lungo sulla serie televisiva Smallville mentre il regista si era già occupato in precedenza di svariate situazioni e personaggi adolescenziali.
La potenza produttiva del duo Spielberg/Bay farà il resto e ora resta davvero da attendere l’uscita in sala di I am number four per vedere come si sono amalgamati tutti questi elementi.
Bisognerà aspettare relativamente poco, visto che la Dreamworks parla di una distribuzione prevista per il 18 febbraio del 2011…

Mascherine in pronta consegna

1 commento su “I am number four: fantascienza per ragazzi da Spielberg e Bay”
  1. […] a quanto avevamo scritto qualche mese fa bisogna ora registrare l’abbandono di Sharlto Copley che è stato sostituito da Timothy Olyphant […]


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2020, P.IVA 01264890052
SoloCine.it – Guida e suggerimenti su cosa vedere al cinema supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009