Hold’em Cinema

Di , scritto il 12 Dicembre 2011

Cinema e azzardo. Torna il binomio che ha spesso fatto la fortuna del grande schermo. Siamo passati dal bianco-e-nero di Alberto Sordi e Bette Davis in Lo Scopone Scientifico (1972) al poker di Paul Newman & Robert Redford in La Stangata (1973), facendo svariate tappe intermedie nella serie di James Bond OO7 dove imperversava il baccarat, poi sostituito in Casino Royale (2008, con protagonista l’attore britannico Daniel Craig) dal Texas Hold’em, la variante più amata dai giocatori di poker, professionisti e non. Con il terzo Millennio è stato un vero boom di grosse produzioni ispirate al mondo dell’azzardo.

Tra la maestria di Kevin Spacey messa a disposizione per il blackjack in 21 (2008, di Robert Luketic) e la drammaticità di Le regole del gioco (2007, di Curtis Hanson) con Eric Bana che qui interpreta Huck Cheever, giocatore di poker professionista due volte campione del mondo di Texas Hold’em, di tre anni in tre anni sono usciti altrettanti film connessi con il mondo dei casinò: Ocean’s Eleven (2001), Ocean’s Twelve (2004) e Ocean’s Thirteen (2007) con un cast stellare di attori quali Brad Pitt, George Clooney, Matt Damon, Julia Roberts, Catherine Zeta-Jones, Don Cheadle, Andy Garcia e Al Pacino, solo per citare i più noti.

Ed è proprio il biondo protagonista di Fight Club, nel primo episodio, a cimentarsi con il poker come uno svogliato insegnante delle cinque carte per giovani attori viziati. Adesso è tempo di rinnovamento.

La recente impazzata dei casinò online e delle poker room, con annessi tornei in ogni angolo del globo, non poteva non ispirare il grande mondo del cinema. Sono già concluse le riprese e si è già nella delicata fase di post-produzione di Cogan’s Trade, atteso per il 2012, film dove Brad Pitt, diretto per la seconda volta dal neozelandese Andrew Dominik (dopo L’assassinio di Jesse James per mano del codardo Robert Ford, 2007) , interpreta Jackie Cogan, investigatore scelto dalla malavita per indagare su una grossa rapina avvenuta nel corso di una partita partita High Stakes di Texas Hold’em nel celebre casinò Royal Vegas di Las Vegas.

Insieme al protagonista, completano il cast James Gandolfini (celebre protagonista della serie televisiva I Soprano), Vytaute Andrijauskaite (nella parte di Mendy Cogan), Richard Jenkins, Sam Shepard e Ray Liotta, che sarà Mark “Markie” Trattman, l’uomo che deve coordinare la partita di poker incriminata. “Giochi a carte come dovresti vivere la vita, e vivi la vita come dovresti giocare a carte” disse L.C. Cheever (Robert Duvall) al figlio Huck (Eric Bana) ne Le regole del gioco (2008). Frase sibillina con più di un fondo di verità. Spesso valevole per il mondo di Hollywood che per i comuni mortali. Buona fortuna a tutti, e buona visione.


1 commento su “Hold’em Cinema”
  1. […] degli attori. Mark Whalberg è bravissimo nella parte dell’ex poliziotto amareggiato, mentre Catherine Zeta-Jones splende come moglie del sindaco, ma la menzione più importante deve andare a Russel Crowe, […]


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloCine.it – Guida e suggerimenti su cosa vedere al cinema supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009