Tarantino costretto a tagliare 40 minuti di Inglourious Basterds?

Di , scritto il 10 Giugno 2009

Quentin TarantinoNon passa giorno senza che compaia qualche notizia riguardante il presente o il futuro di Quentin Tarantino. Il regista comincia ad avvertire lo stress da performance con il suo nuovo film in linea d’arrivo nelle sale statunitensi e la ricerca di un plauso di critica e pubblico che ha cominciato a incrinarsi sia in Kill Bill che Grindhouse.

Allo stesso tempo continua a peggiorare il rapporto con gli attuali produttori: secondo molte fonti i fratelli Weinstein stanno premendo sul regista per costringerlo a tornare in sala montaggio e tagliare ulteriori 40 minuti da Inglourious Basterds prima di distribuirlo in sala.
A 2 ore e 40 minuti (o 2 e 27 se si userà il cut di Cannes) la pellicola viene ritenuta troppo lunga per il mercato, in particolare per gli spettatori statunitensi e sono in molti a credere che il buon Quentin sarà costretto, volente o nolente, a operare alcuni tagli strategici.

Questo fatto, unito all’enorme dissesto finanziario di The Weinstein Company, potrebbe finalmente sancir la fine del rapporto che lega tarantino ai due fratelli produttori, noti per la loro ingerenza alla plancia Avid.
Ancora poco tempo e si riuscirà a capire il futuro di questo regista, che potrebbe trovare nella Plan B di Brad Pitt la nuova base produttiva, in grado di assicurargli maggiore libertà artistica.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2018, P.IVA 01264890052
SoloCine.it – Guida e suggerimenti su cosa vedere al cinema supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009