Will Smith sarà ancora Leggenda

Di , scritto il 08 Dicembre 2008

Will Smith in Io sono leggendaLe voci sono rimbalzate a lungo per i corridoi elettronici della Rete e a un certo punto si speculava persino sul fatto che si stesse per girare un sequel a Io sono leggenda, cosa assai difficile da realizzare e giustificare. Pare invece che Francis Lawrence, già regista del precedente film, sia definitivamente al lavoro su un prequel, con Will Smith ovviamente confermato nel ruolo di protagonista.

Vedremo quindi in retrospettiva cosa è successo prima che Robert Neville finisse circondato dai vampiri nella sua casa di Manhattan e anche se gli sceneggiatori sono al momento alle prese con alcuni problemi di ordine logico tutto lascia supporre che ci troveremo di fronte a un blockbuster con parecchie scene di massa e addirittura due città coinvolte, in quanto un gruppo di persone, a quanto si dice, dovrà viaggiare da New York verso la capitale.

Tornerà anche il cane, l’unico vero problema di un film come questo e che chiunque abbia già visto Io sono leggenda sa benissimo come si concluderà il prequel e ci sarà da sudare un po’ a livello di script e regia per coinvolgerci di nuovo e farci seguire le gesta di Will Smith quando tutti sappiamo che alla fine sopravvivrà alle orde dei succhiasangue.

I am legend non era un capolavoro, speriamo che questo prequel riesca davvero ad aggiungere qualcosa in termini di azione e drammaticità delle scene. Voi cosa ne pensate?


1 commento su “Will Smith sarà ancora Leggenda”
  1. Viaggio nel Blog - i migliori racconti di viaggio dai blog italiani » Blog Archive » Will Smith sarà ancora Leggenda ha detto:

    […] View original post here: Will Smith sarà ancora Leggenda […]


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloCine.it – Guida e suggerimenti su cosa vedere al cinema supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009