La talpa di Alfredson entusiasma Venezia

Di , scritto il 07 Settembre 2011

tinker_tailor_soldier_spy_poster_carrè_locandina_talpaQui a solocine siamo molto contenti dei plausi di pubblico e critica che Tinker, Tailor, Soldier, Spy ha ricevuto al Festival di Venezia perché abbiamo seguito con curiosità il nuovo film di Tomas Alfredson fin dagli inizi, quando era ancora solo un progetto di script.

Diretto da Tomas Alfredson (autore dello stupendo Lasciami entrare) il film è tratto da un notissimo romanzo di John Le Carré da noi noto con il titolo La Talpa, uscito nel 1974.
La storia narra di un agente M16 che, ormai in pensione, si vede costretto a tornare in attività per smascherare un suo collega di alto livello, sospettato di essere appunto una “talpa” sovietica all’interno del servizio segreto britannico.

La sceneggiatura, scritta da Bridget O’Connor e Peter Straughan sulla base di una precedente stesura cui aveva partecipato anche Le Carré, ha un buon grado di fedeltà nei confronti del romanzo e a leggere le prime critiche, tutte positive, apparse sui principali siti di cinema, scopriamo che fra i punti di forza del film ci sono il classico ritmo lento cui ci ha abituato questo regista, i molteplici cambi di ambientazione, obbligatori in ogni storia di spie che si rispetti, e il grande lavoro su dialoghi e interni.

Si passa da Parigi a Londra per poi finire a Istanbul, i segreti vengono svelati con lentezza e senza i colpi di scena così comuni e tipici di Hollywood e le prove degli attori sono impressionanti per bravura, e la cosa non ci sorprende visti i nomi presenti nel cast: Gary Oldman, Colin Firth, Tom Hardy, Mark Strong, Benedict Cumberbatch, Ciaran Hinds, Mark Strong, Svetlana Khodchenko, Toby Jones, John Hurt, Stephen Graham e Kathy Burke.

Qui in Italia dovremo purtroppo ancora aspettare qualche mese per gustarci il tutto, la distribuzione è prevista per gennaio 2012, nel frattempo vi lasciamo con un trailer!


1 commento su “La talpa di Alfredson entusiasma Venezia”
  1. […] Atom Egoyan, conscio che la vicenda ha già prodotto nel tempo una discreta mole di libri, film e documentari, cercherà di variare il suo approccio al caso e userà in particolare due punti di vista ben precisi, quello della madre di uno dei tre bambini massacrati (interpretata da Reese Whiterspoon) e quello dell’investigatore privato assunto dagli avvocati della difesa dei tre ragazzi (Colin Firth). […]


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2018, P.IVA 01264890052
SoloCine.it – Guida e suggerimenti su cosa vedere al cinema supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009