Le Correzioni di Franzen diventa una serie televisiva?

Di , scritto il 06 Settembre 2011

correzioni_franzen_hbo_serieTutto è ancora solo a livello di ipotesi, ma ci sono ottimi segnali e sembra proprio che uno dei migliori romanzi del decennio, Le Correzioni di Jonathan Franzen, possa diventare presto una serie televisiva con grandi nomi di attori collegati ad alcuni ruoli.

Noah Baumbach è stato chiamato per scrivere la sceneggiatura insieme all’autore, dovrebbe co-produrre con Scott Rudin (che comprò i diritti all’uscita del libro) e con ogni probabilità anche dirigere la serie e si parla già di Anthony Hopkins e Donald Sutherland in lizza per il ruolo del patriarca.

Le Correzioni è stato il romanzo che ha portato alla fama Franzen, facendogli conquistare il National Book Award e il James Tait Black Memorial Prize. Qui di seguito una sinossi:

Enid e Alfred Lambert, trascinano le giornate vivendo i ricordi del loro matrimonio in modo negativo, senza nessuna gioia. Lui, ingegnere in pensione, cerca di negare i crescenti sintomi del Parkinson mentre lei è sempre più fissata con il progetto di radunare per un «ultimo» Natale i tre figli allevati secondo le regole e i valori dell’America del dopoguerra, attenti a “correggere” appunto ogni deviazione dalla “normalità”.

Ma i figli, via da casa, non sono riusciti a rimanere “corretti”: Gary, dirigente di banca, depresso, materialista e sposato con una donna infantile ed egoista; Chip che ha perso il posto all’università per aver insidiato una studentessa; infine Denise, chef di successo con tendenze lesbiche e una serie di relazioni disastrose alle spalle.

Il Natale non sembra essere quello che aveva sognato Enid…

Le Correzioni ha avuto una storia “travagliata” dal punto di vista dei diritti cinematografici, come ben riassume Wikipedia:

I diritti del libro vennero opzionati dal produttore Scott Rudin per la Paramount Pictures durante l’agosto 2001. Il film entrò in pre-produzione nel 2002, e mentre il drammaturgo David Hare iniziava a stendere la sceneggiatura, i media indicarono Stephen Daldry come regista. In ottobre Entertainment Weekly citò Gene Hackman come interprete per Alfred e Cate Blanchett per Denise.

Per tre anni però il progetto si fermò, e nel 2005 la rivista Variety informò del coinvolgimento di Robert Zemeckis come revisore dello script di Hare; successivamente giunse la conferma dell’ingaggio di Daldry alla regia.

Nel nuovo cast voci non confermate indicarono Judi Dench per il ruolo di Enid, e Brad Pitt, Tim Robbins e Naomi Watts in parti ancora da definire. Nel 2007 venne poi confermato che Hare era tornato per riscrivere la sceneggiatura.

Speriamo che sia arrivata la volta buona per vedere questo grande romanzo su qualche tipo di schermo, grande o piccolo che esso sia…

Mascherine in pronta consegna


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2020, P.IVA 01264890052
SoloCine.it – Guida e suggerimenti su cosa vedere al cinema supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009