Blade Runner: Final Cut al Festival di Venezia 25 anni dopo la prima

Di , scritto il 03 Settembre 2007

“Blade Runner: Final Cut”Dopo 25 ann,i Ridley Scott, con il supporto della Warner Bros., riesce nell’intento di presentare una versione non rimaneggiata di uno dei suoi capolavori, Blade Runner. Il Festival di Venezia accoglie in una sessione speciale questa pellicola che verrà riproposta a breve anche in cofanetto DVD insieme con le precedenti edizioni dell’82 e del 93 e tanti contenuti speciali.

Questo capolavoro non ha avuto vita facile benché sia stato acclamato in maniera indiscussa sin dal suo esordio nelle sale nel lontano 1982. Scott aveva sforato il budget messo a disposizione dalla Warner e il rapporto non fu sereno con i nuovi finanziatori che pretesero il famoso ‘happy end’ accettato da Scott solo a denti stretti.

Ora, finalmente, avremo modo di comprendere appieno i retroscena della vicenda di Harrison Ford/Rick Deckard e della sua vera (o falsa) identità. La sua caccia ai replicanti termina sul tetto di un palazzo dove un possente Rutger Hauer/Roy Batty risparmia la vita dell’investigatore terminando egli stesso come lacrime nella pioggia.

Ma perché Deckard non viene ucciso? La sua missione si conclude con il lieto fine che imposero i nuovi finanziatori? Il film è tratto da un romanzo di fantascienza scritto nel 1968 da Philip Dick, Do Androids Dream of Electric Sheep? Ed è proprio nella dimensione onirica del titolo che vanno ricercate le risposte in un alternarsi di ambiguità tra verità e menzogna. Ma chi sono i replicanti? Perché questi androidi perfetti vogliono poter soffrire e gioire come gli umani? Oppure siamo noi a mistificare il nostro desiderio di onnipotenza del quale possiamo riscontrare gli effetti nefasti nelle news di ogni telegiornale tutti i giorni? Deckard e Scott lo sapevano già. Gli eroi sanno piangere.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2018, P.IVA 01264890052
SoloCine.it – Guida e suggerimenti su cosa vedere al cinema supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009