Martin Scorsese taglia qualche scena da The Wolf of Wall Street

Di , scritto il 28 Novembre 2013

dicaprio-wolf-of-wall-street_scorseseCi sono tanti motivi per cui ritengo Martin Scorsese uno dei più grandi registi viventi e sarebbe davvero troppo lungo e off topic cercare di elencarli tutti, ma credo che due di questi, magari “minori”, abbiano a che fare con la notizia in questione.
Uno dei tanti motivi è il suo non essersi mai tirato indietro di fronte a scene di nudità, sesso e violenza senza mai però sfruttare queste stesse scene in modo pornografico.
L’altro motivo è una sua generale ritrosia ad autorizzare i vari director’s cut dei suoi film all’interno dei dvd e blu-ray: per Scorsese la forma migliore e definitiva di un suo film è sempre quella concordata con la produzione e credo che sia una riflessione non da poco in un mondo forse troppo ossessionato con discorsi riguardanti l’autorialità nelle opere cinematografiche.

Scorsese sa che un film è il prodotto di tantissime teste pensanti e fra queste coi sono anche quelle dei produttori. E forse è proprio grazie a un intenso dialogo con questi ultimi che il film maker ha accettato di concordare alcuni tagli al suo imminente The Wolf of Wall Street per riuscire a rientrare sotto il visto di censura NC 17.

C’era evidentemente troppo sesso (e chissà, magari anche dialoghi volgari e scene di violenza) in quanto aveva girato e alla fine le esigenze della produzione hanno imposto alcuni tagli che Scorsese ha valutato e accettato.
Anche così The Wolf of Wall Street rimane la sua opera più lunga, 179 minuti che battono quindi Casino di un minuto e il trailer testimonia un completo ritorno di forma per il cineasta, anche grazie a un cast in gran forma.

Sceneggiato da Terence Winter sulla base della discussa autobiografia di Jordan Belfort, The Wolf of Wall Street narra appunto la vita e carriera di Belfort, che a cavallo fra gli Ottanta e i Novanta era uno dei più potenti uomini d’affari di Wall Street (al punto da guadagnare circa un milione di dollari alla settimana a soli 26 anni) salvo poi finire in rovina, escluso a vita dalla Borsa e condannato per frode e riciclaggio di denaro.

Cast con due nomi di gran grido e un giro di comprimari ben assortiti: Leonardo DiCaprio (ovviamente nella parte del protagonista), Matthew McConaughey, Jonah Hill, Jean Dujardin, Rob Reiner, Kyle Chandler, Margot Robbie e Jon Bernthal.

Vedremo mai le scene tagliate? Difficile da dirsi proprio per quanto ho scritto a inizio post: Scorsese non è regista molto interessato ai director’s cut e potrebbe anche non reputare necessario inserire qualche versione diversa per il mercato home video.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2017, P.IVA 01264890052
SoloCine.it – Guida e suggerimenti su cosa vedere al cinema supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009