Red 2: tornano i terribili vecchietti killer

Ci sono alcuni film che hanno il loro enorme e forse unico punto di forza nel cast, nelle sinergie e nella chimica presente fra i vari attori, nelle battute che si scambiano e nelle loro capacità professionali.

Questo è stato per esempio il caso di Red, la pellicola di Robert Schwentke del 2010 tratta dal noto fumetto di Warren Ellis e Cully Hammer: un mix di azione e comicità, con un pizzico di romanticismo, nobilitato da un cast di grandissimi nomi.

Squadra che vince non si cambia ed ecco quindi che Red 2 rimette insieme Bruce Willis, John Malkovich, Mary-Louise Parker ed Helen Mirren per un altro round di folli avventure.
Questa volta Frank Moses, l’agente CIA ormai in pensione, si trova a dover fare i conti con un ordigno nucleare portatile che è stato trafugato e che potrebbe seminare morte e distruzione.

Ecco quindi che Frank raduna un’altra volta i suoi amici per imbarcarsi in una missione segreta che li porterà in giro per il mondo (Londra, Mosca, Parigi) nel tentativo di recuperare l’ordigno.
I nostri dovranno confrontarsi con assassini, terroristi, politici e militari, tutti desiderosi di mettere le mani sul pericoloso ordigno.

Completano il cast Anthony Hopkins, Catherine Zeta-Jones, David Thewlis e Byung-hun Lee mentre questa volta alla regia troviamo Dean Parisot.
Per Bruce Willis, da sempre abituato ai sequel, il 2013 è anno memorabile in materia in quanto, oltre che in Red 2, comparirà anche in A Good Day to Die Hard e G.I. Joe: Retaliation.