The Lone Ranger costerà più di 250 milioni di dollari!

Poco tempo fa vi abbiamo raccontato dei pesanti intoppi produttivi che hanno spinto Paramount a rivedere per l’ennesima volta la sceneggiatura di World War Z e effettuare riprese supplementari ma non si tratta dell’unica major ad avere problemi con i blockbuster in cantiere.
Anche la Disney ha la sua bella gatta da pelare con The Lone Ranger di Gore Verbinski e lo studio supererà con ogni probabilità quota 250 milioni di dollari!

The Lone Ranger è il film tratto dalla nota serie televisiva che magari qui da noi è stata (un po’) meno famosa ma in USA è un capitolo importantissimo della televisione anni Cinquanta.

Alcuni dei problemi sono stati riscontrati appunto a livello di sceneggiatura: in una certa fase i creatori volevano addirittura aggiungere dei non meglio precisati lupi mannari e altri elementi soprannaturali collegati ai Nativi Americani ma alla fine si è optato per una trama più classica.

Ci sono poi stati alcuni incidenti sul set con tempeste di sabbia e tutto quello che di ostile può offrire il deserto del New Mexico, cambi di attori e la nota tendenza di Verbinski a oltrepassare il budget a disposizione con scelte tecniche talvolta opinabili (ricostruire da zero alcuni treni invece di usare quelli a disposizione, per esempio). Insomma, il progetto è stato fermato alcune volte ma Disney ha già speso troppi soldi per bloccare definitivamente una operazione del genere e l’uscita è confermata per il 3 luglio 2013.

Armie Hammer di The Social Network vestirà i panni del Ranger Solitario mentre Johnny Depp sarà un indimenticabile Tonto, suo aiutante.
A completare il cast alcuni altri volti azzeccatissimi: Tom Wilkinson, William Fichtner, Barry Pepper, James Badge Dale, Ruth Wilson ed Helena Bonham Carter.
William Fichtner che quindi sarà il leader di una banda di fuorilegge e in pratica l’arcinemico del Lone Ranger, Pepper interpreterà un capitano di Cavalleria e la Carter sarà ovviamente la signora del saloon, una parte perfetta per le sue capacità e la sua attrazione per ogni tipo di costume. Wilkinson sarà un magnate delle ferrovie e la Wilson la co-protagonista femminile.

Lo star power è abbastanza alto e potrebbe garantire un buon ritorno economico, ma la spesa comincia ad avvicinarsi pericolosamente a un punto di non recupero. Vedremo quanto accadrà nell’anno che ancora ci separa dalla sua uscita…