Hereafter, la prima pellicola soprannaturale per Clint Eastwood

Nel corso degli ultimi mesi è cresciuta l’attesa per il prossimo film di uno dei più grandi registi viventi, quel Clint Eastwood che da ormai moltissimi anni continua a non sbagliare un colpo e regalarci una pellicola stupenda dopo l’altra.

Il genere che il grande Clint non aveva ancora affrontato è quello che riguarda tematiche soprannaturali: fantasmi, vita dopo la morte, fenomeni parapsicologici ecc. ecc. Molti si erano ormai rassegnati: Eastwood non gradisce certe tematiche e non lo vedremo mai al lavoro su soggetti di quel tipo.

E invece ecco che fra poco arriverà in sala Hereafter e a guardare il trailer e leggere la sinossi sembra di trovarsi intorno a qualcosa sulla falsariga de Il sesto senso. La storia si concentra su tre diversi personaggi:

George, negli USA, è un uomo che ha speciali poteri psichici, poteri che non vorrebbe avere e che sono più un peso che una benedizione. Marie è una giornalista francese che ha avuto una esperienza di quasi morte e ne è uscita scossa e cambiata. Infine Marcus è un ragazzo londinese che ha perso suo fratello.
Il destino unirà queste tre persone…

Matt Damon brilla nel ruolo di George e aggiunge valore a un cast già buono che comprende Cécile de France e Richard Kind, mentre la fotografia del “solito” Tom Stern è sempre tecnicamente perfetta, inappuntabile.
I ritmi, a guardare il trailer, paiono molto lenti e densi di atmosfera, come è giusto che sia con una pellicola di questo tipo e si ha la sensazione, anche leggendo commenti e report in giro per la Rete, che Hereafter riguardi più le tragiche e dolorose svolte della vita che i semplici fantasmi.

Lo scopriremo fra poco, nel frattempo guardate il trailer e lasciate un commento qui sotto: vi interessa il tema scelto da Eastwood? Secondo voi è un regista in grado di affrontare anche questo tipo di storie?