Trovato il regista per il sequel di World War Z

Nonostante una produzione travagliata come poche altre, con grandi rimaneggiamenti di sceneggiatura a riprese già iniziate e una parte finale che ha deluso gran parte di pubblico e critica, World War Z ha comunque incassato molto bene ed è scontato che ci sia già in cantiere un sequel per questa epica-epidemica.

Brad Pitt è nuovamente coinvolto su entrambi i lati della barricata: sarà quindi produttore e protagonista del seguito e torneremo ad ammirarlo mentre scappa in giro per il mondo inseguito da incredibili masse di morti viventi.

Con una mossa piuttosto anomala, la produzione ha già individuato il regista per il sequel, ancora prima di affidare la sceneggiatura a qualche scrittore e decidere l’impalcatura di base del nuovo film.
Sarà infatti Juan Antonio Bayona a dirigere il tutto e questo cineasta spagnolo sembra comunque avere le carte in regola per affrontare un simile progetto, non tanto per le atmosfere gotiche che ha dipinto in The Orphanage quanto per la mano sicura che ha mostrato nel filmare la scena del disastro in The Impossible.

Quel tipo di visione e di tecnica gli torneranno molto utili quando sarà alle prese con le scene di gruppo e con gli innumerevoli zombie di World War Z: rimane ora da scovare uno sceneggiatore che sappia pescare fra le pagine dell’opera di Max Brooks per trovare le situazioni adatte al sequel, senza ripetere gli errori della precedente produzione.