Labor Day e il lato “serio” di Jason Reitman

Di , scritto il 10 Settembre 2013

Labor-Day_Jason-Reitman_Kate-Winslet_Josh-BrolinI primi quattro film di Jason Reitman ci hanno dato l’impressione di un autore che, anche quando è alle prese con temi importanti e scene drammatiche, non riesce a resistere e inserisce un commento ironico, una battuta o qualche elemento comico per alleggerire.

Pare invece che la sua quinta opera, Labor Day, sia una svolta imprevista e che la sua decisone di esplorare altri territori della narrazione cinematografica abbia portato ottimi frutti, visto che sono già uscite parecchie recensioni molto positive.

Labor Day racconta la semplice storia di un pericoloso evaso che si rifugia nella casa di una donna (che vive con suo figlio) e che trascorre del tempo nell’abitazione, in attesa dell’occasione propizia per fuggire.

Il fuggitivo viene interpretato da Josh Brolin, la madre dalla grandissima Kate Winslet e il ragazzo da Gattlin Griffith. Non esiste ancora un trailer vero e proprio ma possiamo comunque offrirvi una scena suggestiva ch e riesce a rendere alla perfezione clima e tono della narrazione.

Come detto Labor Day ha riscosso parecchio successo nei festival in cui è apparso e una buona parte della stampa mondiale ha pubblicato recensioni positive, lodando sia la recitazione che il controllo da parte del regista e non sono in pochi a esaltare la fedeltà del film rispetto alla fonte originale, ovvero il romanzo di Joyce Maynard.

Bisognerà attendere ancora qualche tempo, visto che Labor Day emergerà nelle sale statunitensi solo verso Natale, in distribuzione limitata, per poi conoscere maggiore diffusione nel gennaio del 2014.


3 commenti su “Labor Day e il lato “serio” di Jason Reitman”
  1. […] Si avvicina la data di distribuzione per Oldboy e continuano a piovere clip: dopo quella riguardante l’hotel-prigione eccovene una che mostra un teso confronto fra Elizabeth Olsen e Josh Brolin. […]

  2. […] I primi quattro film di Jason Reitman ci hanno dato l’impressione di un autore che, anche quando è alle prese con temi importanti e scene drammatiche, non riesce a resistere e inserisce un commento ironico, una battuta o qualche elemento comico per alleggerire. Pare invece che la sua quinta opera, Labor Day, sia una svolta…Continua a leggere questo articolo qui. […]

  3. […] manga scritto da Garon Tsuchiya e disegnato da Nobuaki Minegishi. Cast molto particolare: Josh Brolin non è certo la scelta più ovvia per quel ruolo, Samuel L. Jackson appare over the top come solo […]


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2017, P.IVA 01264890052
SoloCine.it – Guida e suggerimenti su cosa vedere al cinema supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009