Ridley Scott serra i tempi per The Martian

La produzione di The Martian ha fissato novembre 2015 come data di distribuzione in sala del film e, anche se ora, sotto il sole d’agosto, sembra un qualcosa di molto distante nel tempo, in realtà le riprese devono ancora iniziare e Ridley Scott dovrà affrettare i tempi.

Difficile trovare un regista che lungo l’intera sua carriera abbia fatto di più di Scott per la fantascienza, basterebbero due titoli ormai immortali come Alien e Blade Runner per chiudere probabilmente la questione, ma il cineasta non sembra mai sazio di questo genere e con The Martian affronterà una vicenda ben diversa rispetto ai titoli menzionati.

Già definito da molti giornalisti come una fusione fra Castaway e Apollo 13, The Martian ultimamente è stato descritto anche come un “Gravity ambientato sui Marte”, frase pubblicitaria d’obbligo visto il grande successo dell’ultima pellicola di Alfonso Cuarón.

The Martian è un fortunato romanzo di Andy Weir, nato inizialmente come e-book, che segue le vicende di Mark Watney, un astronauta che, per una sfortunata serie di eventi (tempesta di sabbia compresa) viene abbandonato sul pianeta rosso dai suoi compagni, che lo credono morto.

Mark dovrà riuscire a sopravvivere nella base marziana per ben 4 anni, in attesa della nuova missione, e dovrà quindi lottare sia contro le risorse scarsissime sia contro una lunga solitudine che può portare alla follia.

The Martian è stato sceneggiato da Drew Goddard che doveva anche girare il tutto ma ha in seguito abbandonato per vari impegni. A vestire i panni di Watney dovremmo trovare il sempre bravo Matt Damon.