Home (A casa): pellicola di animazione sull’accettazione delle diversità

Di , scritto il 01 Dicembre 2014

Home_(2015_film)_posterDovremo aspettare fino al 26 marzo 2015 per vedere il film di animazione Home (A casa) della DreamWorks, che narra la strana amicizia tra una bambina e un alieno. In essa si trova un motivo molto ricorrente nel cinema: l’invasione aliena della Terra, quella del buffo popolo dei Boov, sempre alla ricerca di una casa di loro gradimento. Ogni comunità, però ha i suoi disadattati e reietti. Tip, una teenager di colore che vive con la madre e il gatto, un giorno incontra uno di questi in un supermercato: si chiama Oh – ed è un combina-guai “seriale”. Tra i due nascerà subito una speciale complicità e una tenera amicizia, che faranno vivere loro moltissime avventure – capaci da un lato di scompigliare il mondo e dall’altro di renderlo più abitabile. Tip e Oh diventeranno ricercati speciali, reagendo con tutti i mezzi ai tentativi di cattura messi in atto dai tutori dell’ordine, cementando sempre più la loro amicizia.

La pellicola è tratta da un recente romanzo per bambini di Adam Rex, The True Meaning of Smekday (2007).
Il fatto che per la prima volta una bambina nera sia protagonista di un cartoon della DreamWorks e che il piccolo eroe alieno sia un po’ fuori dagli schemi ne fa un omaggio all’accettazione delle diversità che, nonostante la globalizzazione, resta una lezione estremamente urgente, per bambini e adulti.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2017, P.IVA 01264890052
SoloCine.it – Guida e suggerimenti su cosa vedere al cinema supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009